Scontro fra titani

Vicesindaco, Del Bue attacca l’Idv: ”Una corsa di aspiranti senza merito”
L’assessore allo Sport Mauro Del Bue, dalle pagine del suo blog, riapre la polemica sulla figura del vicesindaco a Reggio e lancia una serie di accuse all’Idv.

In un articolo dal titolo “Mamma, voglio fare il vice sindaco”, parla del cambiamento che tale ruolo ha subito negli anni. “C’era una volta la carica di vice sindaco di Reggio. Era una poltrona ambìta da coloro, erano generalmente socialisti, che potevano contare su una discreta esperienza amministrativa, che avevano alle spalle un curriculum politico di tutto rispetto, che potevano reggere un peso tutt’altro che lieve e magari conciliarlo col loro lavoro. Si trattava dell’incarico amministrativo più prestigioso della città, dopo quello di sindaco, appannaggio però del Pci – scrive Del Bue – Adesso tutto è cambiato. Nell’Italia dei valori l’incarico di vice sindaco è stato considerato come un posto in banca. Le donne dell’Idv sono entrate in fibrillazione perchè lo reclamavano ognuna per sè. E siccome è prevalsa questa idea che donna dovesse essere per forza, tre di loro si sono anche polticamente azzuffate, una accusando il suo partito e sbattendogli la porta in faccia e un’altra addirittura accennando a una foto galeotta scattata in discoteca con seno debordante, anche se coperto, che avrebbe impedito la nomina”.

Del Bue accosta la corsa alla poltrona di vicesindaco in città all’epoca del “velinismo imperante” nato con il premier Berlusconi, anche se non rifiuta l’idea che possa essere “la conseguenza dell’eliminazione dei partiti tradizionali, che erano vere e proprie fucine di quadri anche per le amministrazioni e per le istituzioni repubblicane”.

“Lungi da me mettere sotto processo le tre grazie dell’Idv che volevano fare il vicesindaco (alla vincente tanti sinceri auguri di buon lavoro) e che perseguivano questo obiettivo come un dono meritato – prosegue Del Bue – Questo discorso vale per tutti, anche per il mio partito, che ha eletto nel listino bloccato di Errani una giovane donna, priva di esperienza politica. Con una differenza, però. Un conto è essere eletti consiglieri comunali, provinciali e regionali, altro conto è assurgere al secondo gradino di un’amministrazione, ritenendolo un obbligo”.

“Qualche anno fa, appena iscritti a un partito, si chiedeva la possibilità di entrare (ma non era facile) nel direttivo della propria sezione, adesso invece se non si è nominati vice sindaco si cambia partito, offesi o si accenna a trappole di dubbio gusto e dal sapore vagamente moralistico, tipico dei partiti monocratici. Che si sia sbagliato qualcosa nel concepire la politica di oggi? La domanda è volutamente retorica…” conclude l’articolo.

Non si fa attendere, naturalmente, la replica dell’ex vicesindaco in quota Idv, Liana Barbati, ora consigliere regionale.

“Mauro Del Bue è politico di lunghissimo corso che è certamente esperto di vicende della prima ed anche della seconda repubblica, e probabilmente lo sarà anche della terza. Per questo sono sorprendenti le accuse che lancia contro l’Italia dei Valori e la sua neocollega di giunta nel Comune di Reggio, e lo sono ancora di più alla luce del fatto che il buon Del Bue scrive in un modo ma razzola in un altro – replica la Barbati – Ci domandiamo se Del Bue la pensava così quando nella scorsa legislatura alla Camera dei Deputati si fece eleggere segretario di presidenza in rappresentanza della microcomponente del gruppo misto che rappresentava, ovvero quello della Democrazia Cristiana-Nuovo Psi”.

“Finita anzitempo la legislatura, il povero del Bue ha dovuto fare di necessità virtù, passando al centrosinistra ed entrando nella giunta del Comune di Reggio come assessore in quota socialista senza che il suo partito si fosse presentato alle elezioni – conclude la Barbati – ‘Ai quanto sa di sale lo pane altrui’ direbbe Dante, noi più modestamente ci limitiamo a ricordare all’assessore Del Bue due semplici cose: prima di parlare degli altri pensi prima a se stesso. Secondo, e glielo dico da segretaria provinciale dell’Idv, se a Del Bue non va bene come è stata composta la giunta di cui è parte ne tragga le conseguenze e porti più rispetto al secondo partito del centrosinistra”.

http://reggio24ore.netribe.it/reggio24ore/Sezione.jsp?titolo=Vicesindaco%2C+Del+Bue+attacca+l%27Idv%3A+%27%27Una+corsa+di+aspiranti+senza+merito%27%27&idSezione=13732

Scontro fra titaniultima modifica: 2010-05-18T18:17:46+00:00da pelikan-55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento