Violenze contro rom e migranti, la lezione di Primo Levi

La morte di quattro bambini rom nell’incendio di una baracca è frutto di una politica fatta di vessazioni inutili: sono inutili gli sgomberi, perché la sicurezza della società non è certo favorita dal fatto che migliaia di persone vaghino da un luogo all’altro, in condizioni di sempre maggior degrado; non è vantaggioso per nessuno impedire ai minori un inserimento scolastico stabile, che sarebbe l’unico modo per aiutarli a crescere come buoni cittadini; è una violenza fine a se stessa lasciare le famiglie senza riparo in pieno inverno o distruggere, insieme con le baracche, libri e quaderni di scuola.

Anche i migranti sono vittime di misure persecutorie inutili. È significativa la vicenda di Fossalta di Piave, dove il sindaco leghista ha impedito ad alcune maestre di cedere il proprio pranzo a una bimba di origine africana i cui genitori non sono in grado di pagare la mensa. Poiché l’iniziativa delle maestre non costava un centesimo al Comune, la violenza inflitta non ha avuto alcuna utilità concreta: il solo scopo era dare una dimostrazione di forza, umiliando una famiglia colpevole di essere povera e straniera.

Viene in mente la «violenza inutile» di cui parla Primo Levi nel libro I sommersi e i salvati: gran parte delle sofferenze inflitte nei lager non avevano altro fine se non quello di umiliare e far soffrire i prigionieri, in base al «presunto diritto del popolo superiore di asservire o eliminare il popolo inferiore». Oggi il grado di violenza è diverso rispetto al nazismo, ma il principio è lo stesso, e il moltiplicarsi di violenze gratuite contro chi è ritenuto inferiore mostra che la nostra società ha imboccato una strada pericolosa: «È avvenuto, quindi può accadere di nuovo» scriveva Primo Levi riferendosi all’orrore dei campi di sterminio.

Roberto Blanco

(15 febbraio 2011)

http://temi.repubblica.it/micromega-online/violenze-contro-rom-e-migranti-la-lezione-di-primo-levi/

Violenze contro rom e migranti, la lezione di Primo Leviultima modifica: 2011-02-17T10:55:29+00:00da pelikan-55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento