Ebbene sì, lo confesso…

Ebbene sì, lo confesso: mi sono ascoltato tutto il discorso del premier provvisorio all’apertura del Congresso di fondazione del cosiddetto Popolo della Libertà. Tutto. Perchè ho peccati da scontare? Perchè voglio soffrire? No, perchè voglio capire. Per raccontare quando tutto questo finirà. Se ci sarò ancora (spero) e se il mio povero neurone sarà ancora in grado di mettere in fila 12 parole.

Un discorso lungo e la prima cosa che mi è venuta in mente è il film “Monty Python e il senso della vita”, perchè è stato un discorso proprio sul senso della vita, del mondo, della storia. Una specie di ri-lettura della storia da Noè in giù, ma un discorso che dà risposte, semplici, elementari. Ormai basta ripetere una cosa-qualunque cosa-abbastanza volte perchè quella cosa diventi vera. Semplice e facile. Efficace.

Standing ovation per Craxi, per Fini, per Tatarella, per Bossi.

Celebra anche la Resistenza (con la Mussolini lì). Cosa si vuole di più? Il tutto in un clima di speciale televisivo, con tanto di stacchetti “Volare” fra un intervento e l’altro. C’è anche il Movimento politico della Liguria, cosa si vuole di più?

“Vi voglio bene, vi vogliamo bene, portateci nel vostro cuore!” Tutti i presenti potranno ritirare l’attestato di partecipazione alla giornata storica, per poter dire “ai vostri figli: io quel giorno c’ero!”

Sigla finale “Meno male che Silvio c’è”. Sipario (si fa per dire)

Ebbene sì, lo confesso…ultima modifica: 2009-03-27T20:06:00+01:00da pelikan-55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento