Tagli, ritagli, frattaglie

Nuova nomina al Consolato generale d’Italia a New York. Arriva il nuovo esperto culturale. Trattasi di Gabriella Podestà, ex-coniuge di sandrobondi “gommolo”. Curriculum precedente: preside al liceo scientifico di Salò. E poi parlano male delle nostre scuole medie superiori…

Flavio Tosi è il leghista ruggente sindaco di Verona (la città ebbe anche il Comando SS in Italia quindi difficile fare peggio), la moglie nel 2007, poco dopo lelezione a sindaco del marito, fu promossa (senza laurea e senza concorso) da impiegata a dirigente nel settore Sanità (stipendio triplicato). Chi era l’Assessore alla Sanità regionale fino a poco prima? Tosi. E poi dicono che la famiglia è in crisi…

La sagace decisione del Governo-per far cassa-di mettere in vendita i beni sequestrati ai clan mafiosi (che così potranno recuperare il loro maltolto) mi ricorda la vecchia storiella del talpone: nel paese di Villacannuccia i campi sono devastati dalle talpe che scavano tunnel e gallerie ovunque. Si mettono trappole, esche, si fanno appostamenti. Alla fine tanto impegno ha successo: viene catturato un talpone enorme. Il sindaco, soddisfatto, lo mostra ai concittadini dal balcone, chiedendo la pena per il devastatore. “Bruciamolo!”, “Scuoiamolo!”, “Spariamolo!”. Dal fondo della piazza il maresciallo dei carabinieri con fare da intenditore: “Seppelliamolo vivo!”

In Puglia Emiliano ritira la sua candidatura. Voleva una leggina regionale che gli consentisse di candidarsi senza perdere la poltrona di Sindaco di Bari. Giusto, aveva ragione. Non era una legge ad personam, ma una legge che risolveva un oggettivo problema di conflitto istituzionale. E poi parliamo male di angelinojoliealfano…Attendiamo angosciati la mossa successiva dell’Aureliano Buendia di Gallipoli, che pare alla notizia abbia sibilato: “Ah, sì, potevate perdere e non avete voluto? E allora andate a vincere, ma senza di me!”

Intervista della Moratti al Corriere della Sera sull’intitolazione al bettino ladrone: “L’ho fatto per collocare la sua figura in prospettiva storica, la storia e la memoria possono non coincidere…io non sono uno storico però è giusto cercare di fare in modo che la città riconosca un proprio figlio importante, Craxi è stato un grande innovatore, ha rilanciato la politica riformista in Italia, una politica socialista, Craxi ha ridato orgoglio e dignità al partito socialista, ha anticipato le politiche sociali quando ha lavorato nell’ambito delle politiche del lavoro. Ha tenuto l’Italia saldamente ancorata all’occidente, ha difeso l’autonomia italiana a Sigonella con una capacità da statista. Inviato ONU nel medioriente..fece un bellissimo in parlamento dove si assunse determinate responsabilità…Non voglio dare un giudizio storico, non tenere in considerazione questi elementi significa non riflettere sulla propria storia. Dopo dieci anni si è lasciata sedimentare la decisione…Garibaldi in fondo è stato condannato a morte, Giordano bruno è stato bruciato, eppure hanno una loro via..diceva Lincoln “una casa divisa al proprio interno non può stare in piedi”, ecco questa intitolazione è un modo per unire e rappacificare…sapevo delle polemiche ma questa intitolazione contribuisce a successive discussioni, è la ricerca di unire, bisogna saper unire”.

http://video.corriere.it/?vxChannel=Dall%20Italia&vxClipId=2524_404c8d24-f60e-11de-b347-00144f02aabe

Ripeto, da umile storico di quartiere: negli anni del craxismo non fu fatta una (1) riforma, il debito pubblico salì alle stelle (e ce lo godiamo ancora oggi grazie al “riformismo” dell’esule), craxi portò allo scioglimento, nell’ignominia, del Psi, nato nel 1892, fu protagonista di atti di corruzione su ampia scala, arricchendosi personalmente. Modesto suggerimento alla sindaca di Milano: magari se si vuole valutare un periodo storico la prossima volta parta dall’inizio e arrivi alla fine, così, solo per precisione, anche per evitare quei fastidiosi conati di vomito che vengono ad ascoltare simili pistolotti. Grazie.




Tagli, ritagli, frattaglieultima modifica: 2009-12-31T18:05:00+01:00da pelikan-55
Reposta per primo quest’articolo

1 Commento

Lascia un commento