Buone notizie (si fa per dire)

Possiamo stare tranquilli: il nostro premier plastificato procede verso il baratro trascinandosi dietro un popolo di italioti masochisti, i tagli della finanziaria colpiranno il futuro dei nostri figli, eccetera…ma chi se ne frega?

Ci sono buone notizie che ci tengono il morale alto:

ruttosound.jpg1. a Reggiolo sono attese in questo weekend 40.000 persone al “Ruttosound”. Le notizie di agenzia ci riferiscono che, novità, quest’anno parteciperanno all’aerea tenzone anche due signore (sfpd), una delle quali tale Monica Bertolani di Mantova è stata “promossa sul campo dopo un provino telefonico che ha lasciato di stucco gli esaminatori.” Siamo addolorati di non aver potuto assistere al provino, potendo godere della sonorità esofagea espressa dalla signorina. Deve essere stato un momento alto nella nostra storia di comunità digerente. Fra le attrazioni non dimentichiamo il ben noto “Rutt Mysterio” di Savignano sul Panaro che si esibisce, come noto, con una maschera sul volto. Non sappiamo se per amplificare l’effetto sonoro dell’emissione o per semplice vergogna (propendiamo per la prima ipotesi).

Ai geniali organizzatori di Reggiolo regaliamo una ideuzza per il prossimo anno: perchè fermarsi al “Ruttosound”? Andiamo oltre e lanciamo il “Petosound” e perchè no? Il “Burning petosound”, con l’incendio dell’emissione del partecipante, come tante belle e nobili storie da caserma ci hanno tramandato. Immaginiamo lo spettacolo di fiamme bluastre saettanti nel cielo di Reggiolo all’insegna di un’operazione culturale e benefica, sì perchè logicamente-come in gran parte di ogni puttanata svolta nell’italico paese, “parte dell’incasso andrà in beneficenza” e, come ci insegna S.Paolo, “L’amore copre una moltitudine di peccati” (sfpd).

00 Brixellum.jpg2. Se poi qualcuno volesse cimentarsi in un’operazione storica di alto profilo, niente paura, la ferace pianura reggiana offre di tutto e di più: a Brescello c’è il Festival “Brixellum romanorum”: ” Oggi l’allestimento del campo militare per tutta la giornata e alle 21 in piazza la cena romano-celtica dove saranno riproposte, in un ambiente appositamente ricreato, antiche ricette romane con intervalli animati dai gladiatori, danze antiche, riti propiziatori alla battaglia, musiche e teatro antico. Domenica ancora una conferenza storica, poi le attrazioni varie in costumi romani, concludendo alle 17 con la ricostruzione della Battaglia di Tannetum.”

La nostra speranza è che, nella ridente Brescello che già ci ha sassato i cabasisi con don Camillo e Peppone, in questo weekend arrivino i Vandali, gli Ostrogoti, gli Unni o chi volete voi e passino a fil di spada questa manica di cialtroni e cefalopenici.

Buone notizie (si fa per dire)ultima modifica: 2010-06-12T23:50:00+02:00da pelikan-55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento