Stanchezza

mafalda-thumb.jpgSono stanco.

Sono stanco di vivere in un paese dove la storia e la memoria sono offese ogni giorno. E con esse chi di storia e di memoria si occupa.

Sono stanco di vivere in una città che ha perso la propria memoria e rifiuta di confrontarsi con la propria storia.

Sono stanco di sentire amministratori (da me “eletti”) che: “bello, ma non ci sono i soldi…” (1990); “Interessante, ma non ci sono i soldi…(1994); “Sarebbe molto bello, ma non ci sono i soldi…(1995); “Si è vero, ma non ci sono i soldi…(1997); “Si potrebbe fare, ma non ci sono i soldi…(1999); “Queste sono le cose giuste, ma non ci sono i soldi…” (2001), etc, etc. e intanto hanno sputtanato soldi (1994)(1995)(1997)(2001)…2010 che manco ci ricordiamo più tutti.

Sono stanco di amministratori di (centro) sinistra che fanno scelte culturali di destra ma non accettano di pagarne le conseguenze politiche e si nascondono dietro l’eterno mantra “ma non ci sono i soldi…”, salvo poi proporci un fondamentale convegno su “La ipoteposi del carciofino e la obliquità del logos a Portofino“, gettando qualche decina di migliaia di eurini solo per l’ufficio stampa…

Sono stanco di aver continuato a dare il voto a questa gente.

Sono stanco di avere ragione 5, 10, 15, 20 anni dopo e dover constatare che quello che pensavo sarebbe stata una boiata..è stata una boiata!

Sono stanco di dover vivere in balia del primo (e mai ultimo) amministratore/dirigente che, gonfio del suo vanesio personalismo, del suo pressapochismo e/o arrivismo può decidere dell’esistenza quotidiana di persone che non chiedono altro che rendersi utili alla crescita della propria comunità, dopo aver studiato a tale scopo.

Sono stanco di una stampa buffona e di presunti “operatori dell’informazione” che, spero, siano almeno ben prezzolati per scrivere le puttanate che leggiamo ogni giorno.

Sono stanco di politici e amministratori mediocri, gente ai quali non affideremmo un condominio (3 appartamenti al massimo, eh..) ai quali abbiamo lasciato-e lasciamo-gestire la nostra città.

Sono stanco ma so bene che “sono duemila anni che i cani abbaiano alla luna, eppure i cani sono sempre cani e la luna rimane la luna” e quindi per concludere questa geremiade con una frase tratta dai classici: “Sono troppo vecchio per queste stronzate” (D.Glover in Arma letale).

p.s. Tranquilli, domani torno a FB a far la festa a una buona bottiglia perchè, come dice Francesco “non c’è niente che non resti e che non passi con il vino”.

Stanchezzaultima modifica: 2010-09-18T15:32:00+02:00da pelikan-55
Reposta per primo quest’articolo

4 Commenti

  • Andare nel’appenino e guardare una pecora che fa la belezzina nel prato.
    l’ho gia fatto

  • onsenfou over-blog.net

  • Le tue “lamentazioni” (Geremia docet, significa che sei anche un po’ profeta, no?) mi confortano un po’, perchè non c’è giorno, ormai, in cui io non sia lì a chiedermi quando vedremo la fine del peggio. E ogni giorno mi dico che mai, mai e poi mai avrei pensato di trovarmi in una simile realtà. Grazie per il tuo sfogo; mi fa sentire meno “popolo in esubero”, “sobrante”, come dicevano i teologi della liberazione…

  • Quella della luna è di Snoopi, vero? L’avevo messa sul mio diario scolastico delle magistrali!

Lascia un commento