Dic 21, 2010 - Senza categoria    No Comments

Sogno di una notte (buia) d’inverno

2040192894.jpgOggi è il solstizio d’inverno, non solum sed etiam è la notte più buia da qualche millennio, visto che ci sarà un’eclissi di luna. In tanto buio si dorme bene e magari fa anche qualche sogno…

Roma, 22 dicembre a.D.2010: tutto sembrava essere cominciato come sempre. Giovani a folla per le vie del centro, striscioni colorati, passamontagna, sciarpe colorate, slogan contro l’Enterogelmina. A fronteggiarli, in assetto antisommossa (e se fosse stata una rivolta, cosa si mettevano addosso, direttamente un blindato?), qualche centinaio di poliziotti.

Pare che tutto sia cominciato all’angolo di Via del Corso, quando un ragazzo, tale A.P., anni 20 e un agente, tale P.A. anni 26 si sono ritrovati, lui tolto il passamontagna e lui casco a visiera, a fumarsi una sigaretta. Pare che il dialogo sia stato:

Raga: “Tu cazzo fai qua a picchiare noi? Chi sei?

Pullo: “Sono qui per 1250 euro al mese e manco abbiamo la benzina per le auto. E tu che cazzo fai, anzichè studiare?”

Raga: “L’anno prossimo mi laureo, ma son figlio di nessuno e non avrò mai un posto…”

Raga/Pullo: “Ma che cazzo stiamo a darci mazzate?”

Testimoni oculari riferiscono che i due, finita la sigaretta, siano tornati nei rispettivi schieramenti a parlottare con i rispettivi sodali. Circa 15 minuti dopo si è presentata una scena ancora non spiegata dalle compettenti autorità. Gli schieramenti infatti, anzichè confliggere come previsto e sperato, si sono mescolati, caschi a visiera sono stati scambiati con passamontagna (tengono anche più caldo) e la sfilata ha preso la direzione del Palazzo del Viminale, sede del Ministero degli Interni. Qui, alcuni agenti, hanno svolto il loro compito e hanno proceduto al fermo del pregiudicato Marroni Roberto che  è stato fatto scendere in strada e poi, a suon di calcinculo, invitato ad aprire il corteo. Scena analoga si è svolta in alcune sedi istituzionali: sono stati invitati a calcinculo il poco on.Gasparri e ignaziolarissa. Il corteo che, fonti concordi della Questura e del movimento hanno stimato in 100.000 persone, ha percorso festoso le vie del centro, senza alcun incidente.

L’unico atto riprovevole è stato copiuto nei confronti dell’on.Capezzone. Individuato, è stato cosparso di pece e piume. Atto riprovevole per le piume strappate a piccioni di passaggio (243).

Verso le ore 18 i cortei si sono disciolti. I malcapitati Marroni, Gasparri e Larrussa sono ricorsi alle cure del chirurgo plastico del premier per l’impianto di nuove e più moderne chiappe in silicone (lavabili e ancor più somiglianti ai rispettivi visi).

Sogno di una notte (buia) d’invernoultima modifica: 2010-12-21T19:51:00+01:00da pelikan-55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento