L’asilo di Goito e il razzismo istituzionale

di Giuseppe Civati, Ernesto Maria Ruffini

In provincia di Mantova, a Goito, il Consiglio comunale, a maggioranza di centrodestra e capeggiato da un sindaco di area Udc, ha approvato un regolamento che prevede l’accesso all’asilo pubblico comunale ai soli bambini che provengono da famiglie che accettano «l’ispirazione cristiana della vita». La giustificazione sarebbe quella per cui «pur essendo l’asilo pubblico, da sempre viene gestito secondo criteri che si ispirano al cristianesimo». A questo punto è il caso di fornire a quegli amministratori locali delle brevi istruzioni per l’uso della cosa pubblica.
Primo: la nostra Costituzione vieta ogni discriminazione fondata su motivi religiosi (art. 3) e garantisce a tutti, senza alcuna distinzione, l’accesso alla scuola pubblica (artt. 33 e 34). La scuola infatti, come ci rammentano gli stessi Costituenti, dovrebbe rappresentare una «aperta palestra di tutte le idee» (Preti), in cui si dovrebbe «entrare con animo tranquillo», perché dovrebbe rappresentare un «asilo di tutte le coscienze e… di tutti i cittadini» (Marchesi) e dovrebbe essere laica e «al di sopra d’ogni confessione» (Nenni).
Secondo: se non bastasse la Costituzione, rammentiamo ai consiglieri comunali di Goito che il Testo unico sull’immigrazione definisce discriminatorio ogni comportamento che comporti «una distinzione, esclusione o preferenza basata sulle… convinzioni e le pratiche religiose» (art. 43 D.lgs. n. 286/1998) e che il d.l. n. 122/1993 (legge Mancino) punisce con la reclusione fino a tre anni chi «commette atti di discriminazione per motivi… religiosi» (art. 1).
Terzo: la Convenzione europea sui diritti dell’uomo vieta qualsiasi forma di discriminazione fondata sula religione e impone agli Stati di rispettare la diversità culturale e religiosa delle persone (artt. 21 e 22).
Quarto: quali sarebbero i criteri cristiani cui sarebbe ispirata la gestione dell’asilo comunale di Goito? Ma il Vangelo non dovrebbe invitare tutti all’accoglienza e alla condivisione? Nel Vangelo, a proposito di bambini, perché di bambini che dovrebbero andare all’asilo stiamo parlando, non c’è forse scritto che «chi accoglie anche uno solo di questi bambini in nome mio, accoglie me»? (Mt. 18, 5).
Adesso un consiglio agli altri, esponenti politici (più o meno) democratici: smettiamola di credere che si tratti di uscite innocue e insignificanti. Per dirla con Bobbio, siamo di fronte a forme di razzismo istituzionale e non è il caso si sottovalutarle, ma di segnalarle e di pretendere il rispetto dei valori sui quali la nostra comunità si fonda. In nome del rispetto che dobbiamo nei confronti chi è diverso da noi e verso noi stessi.

25 febbraio 2010

http://www.unita.it/news/commenti/95521/lasilo_di_goito_e_il_razzismo_istituzionale

Dal Comune di Goito. Regolamento Scuola d’infanzia Comunale

Premessa

La scuola accoglie i bambini regolarmente iscritti dalle famiglie e persegue finalità educative e di sviluppo della loro personalità in una visione cristiana della vita, in collaborazione con i genitori ed in conformità con le “Indicazioni per il curricolo” delle attività educative nelle Scuole dell’Infanzia. L’ambiente educativo è intenzionalmente organizzato per rispondere alle esigenze di relazione, di gioco, di apprendimento e per favorire uno sviluppo integrale della personalità del bambino.

…Art. 7. Personale docente 
Il Comune di Goito ha stipulato una convenzione con l’Ente Opera Diocesana S.Anselmo Vescovo per la gestione didattica della scuola.
Il personale docente e la coordinatrice delle attività educative didattiche è nominato e assunto dall’Opera Diocesana S.Anselmo Vescovo.

In caso di malattia o impedimento per motivi personali, il personale docente verrà sostituito con altro personale qualificato dall’ Opera Diocesana S.Anselmo Vescovo.
Il personale ausiliario deve cooperare con il personale docente al piano di lavoro predisposto, curando l’ordine, la pulizia, il decoro e il riordino generale dell’ambiente.

http://www.comune.goito.mn.it/index.php/In-Evidenza/regolamento-scuola-comunale.html

L’asilo di Goito e il razzismo istituzionaleultima modifica: 2010-02-25T17:56:00+01:00da pelikan-55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento