Estate…

Qui a Fortezza Bastiani l’aria è fresca, il profumo dei tigli meraviglioso, le giornate lunghissime. Perchè sporcarsi con l’orrore quotidiano? Perchè ripensare al fatto che esiste gentaglia come quella che ci governa? In quale paese un calderoli (scusate l’espressione) potrebbe sognare di essere ministro? Una carfagna? Una enterogelmina? un sakkoni? Maddai! Ignazio larissa? Figuriamoci!

In un paese, non dico civile ma “normale”, una carfagna sarebbe mai uscita dal calendario che ce l’aveva fissato nel nostro immaginario di maskietti italici? E l’enterogelmina l’avremmo incontrata alla cassa di una qualche supermarket (esselunga, eh?), intenta a far leggere alla macchina codici a barre, l’unica forma di lettura a lei conosciuta. Calderoli (scusate l’espressione) al massimo l’avremmo incontrato dall’elettrauto, come garzone maldestro che fulmina una lampadina e l’altra pure e ti smadonna in bergamasck, strabuzzando l’occhio sul viso rubizzo da prodotto genetico di millenni di valli bergamasche. Sakkoni? Ma sì che l’abbiamo visto anche prima: era l’autista di grease-demikelis, di rino formica, del grande esule in tunisia. Roba da banda bassotti e codice Rocco.

Ignazio poi! In un paese civile sarebbe a far il giro delle 4 del mattino per la premiata ditta “Occhio di falco”, notte e metronotte incluso.

E invece. Esistono ci governano. La nostra povera cultura a uno come bondi che la dignità l’ha incontrata di sfuggita un pomeriggio 30 anni fa, si sono incrociati, non si sono riconosciuti e via, ognuno per la sua strada.

Ieri pranzavo con amici, anzi pericolosi amici: cattocomunisti della peggior (miglior) risma e delle peggiori categorie: medici, insegnanti, dipendenti pubblici. E dopo la solita “deprecatio temporum” sana e doverosa, saliva La Domanda (Die frage per dirla con la Merkel): ma questi qua (caldecarfagelmibondi etc..) sono stati votati! Ma chi li ha votati, se ora, come per la DC di buon memoria, non trovi uno che si alzi e dica “sì, amo Bondi!”, roba che già gli andrebbe fatto un monumento, magari nel cortile del neurodeliri, ma un monumento sì?

E, chiarissimo per tutti, la certezza che esiste un’Italia migliore, diversa. Minoranza? Certamente, ma certamente non rappresentata politicamente, un’Italia che sta male e soffre, nell’impotenza, nella frustrazione, nel vedere il proprio paese ridotto così.

E poi ci si stupisce se uno rimane a Fortezza Bastiani a godersi l’aria fresca e il profumo dei tigli…

Estate…ultima modifica: 2010-06-07T19:47:00+02:00da pelikan-55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento