A mezzanotte va la ronda…

“A mezzanotte va la ronda del piacere..e nell’oscurità ognun vuol godere..” diceva la canzone degli anni venti, con un che di oscuro e lascivo. Noi, anno 2009, allegramente, ci stiamo lasciando alle spalle le regole dello Stato di diritto per inoltrarci nel deserto etico e morale della deriva leghista. Ronde di cittadini. Cittadini? La prima ronda a Trieste è stata intitolata ad Ettore Muti, non Abdon Pamich (il mitico maratoneta istriano), Ettore Muti, il segretario del Pnf e criminale di guerra.  E sono già pronti frequentatori di fogna di Forza Nuova e dintorni a formare squadre di “cittadini” per proteggerci dalla violenza. Ma noi chi ci protegge da questi individui? Il prossimo passo è facile da prevedere: prima o poi ci scapperà il ferito, se non il morto, e allora il sedicente governo provvisorio (SGP) in un lampo autorizzerà il porto d’armi. Fatta. Lo squadrismo fece molta più fatica a nascere e ci volle il governo fascista post 1922 a regolarizzarlo. Noi siamo già più avanti! E, oltretutto, qualche bel tomo cefalopenico della “sinistra” ci ha deliziato con si suoi “ma”, “Però”, “che male c’è…”. E iniziassimo a chiederci “che bene c’è…?” Vergognatevi! Voi del SGP e voi che per tenervi la sedia passereste anche al KKK. Bella compagnia danzante!

A mezzanotte va la ronda…ultima modifica: 2009-02-26T10:54:00+01:00da pelikan-55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento