Libertà di (in)formazione…

Come noto, siamo in un paese meraviglioso, roba che neanche nei meravigliosi film dei fratelli Marx avremmo mai potuto vedere. “Il bello è brutto, il brutto è bello” le streghe che accolgono Macbeth, al ritorno dalla guerra, hanno vinto. Oltretutto non sono neanche streghe ma sventolone siliconate. Grande confusione sui media (per favore, messaggio agli amici, “media” è latino, quindi non diciamo “mìdia”, grazie) sulla trasmissione “Annozero”, per aver fatto vedere agli italiani quello che non dovevano vedere. Non tanto la prostituta (per favore, secondo messaggio agli amici, usiamo il termine corretto di prostituta e lasciamo la “escort” alla storia dell’auto, grazie) che raccontava tranche de vie della sua attività, quanto la conferenza stampa con Zapatero. Vedere il povero Zappy, occhioni spalancati, guardarsi in giro con l’aria di chi non aspetta altro che qualcuno lo salvi da quel disastro, è stato imperdibile. Ma la polemica è giusta: da quando in qua i media devono informare? Devono “formare”, meglio se “de-formare”, comunque “disin-formare”. Quindi tutto normale. Lo scandalo non è l’evento, cosa è successo. Lo scandalo è averlo detto.

Considerazione che viene dal sottoscritto, che non ha mai apprezzato Santoro (tribunizio, creatore della “ggente”) e che normalmente guarda “Annozero” i primi cinque minuti (Travaglio) e gli ultimi cinque (Vauro), che pratica lo stesso trattamento al teatrino di “Ballarò” (Crozza e amen). Non per snobismo, quanto, proprio, per amore dell’informazione che dovrebbe essere fatta soprattutto da fatti e domande (giornalisti) e risposte (politici), non da un circo equestre dove scatenare uno di destra vs. uno di sinistra e vedere di nascosto l’effetto che fa…senza capirci nulla, salvo aumentare il comprensibile disgusto degli ascoltatori/elettori verso un simile mondo.

In Germania ha vinto la Merkel: e se chiedessimo l’annessione? Un bell’anschluss, magari sarebbe la soluzione, come dici Gianfilippo? E dopo dove andiamo? Cosa ci hanno fatto di male i tedeschi per beccarsi una simile polpetta avvelenata? Già, come al solito Gianfilippo è un ragazzo di buonsenso (si fa per dire…).

Libertà di (in)formazione…ultima modifica: 2009-09-28T09:15:00+02:00da pelikan-55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento