S’avanza uno strano partito…

pioggia.jpgSaranno le piogge primaverili, sarà il crac greco, saranno le occasioni immobiliari di Scajola (a proposito lancio un avviso: se qualcuno vuole pagarmi un auto nuova-la mia ha 12 annni-io sono disponibile a non accorgermi di nulla…) però certe cose mi suonano strane, pur nella bella Reggio che ci ospita e ci nutre. L’amica Normanna osservava che almeno del buon Filippi sappiamo cosa “pensa”, ma dei piddini capiamo solo la tendenza alla sedentarietà seggiolara (patologia di antica data diffusa in Italia), quando poi non ci sorprendono con trovate geniali come quella di bocciare la concessione della cittadinanza onoraria a Gino Strada (è successo a Castelnovo Monti). IO non capisco molto di politica, sono un montanaro venuto giù con l’ultima piena, però. Però mi suona strano un partito che non fa proseliti. Dopo la nascita del PD mi immaginavo una campagna acquisti, entusiasti attivisti che battessero le contrade per staccare tessere, per costituire circoli etc. Nulla. La logica mi sembrava (e mi sembra) fosse “chi è dentro è dentro, chi è fuori è fuori…”, come quando si giocava a nascondino. Se si vuole, ma proprio se si vuole, uno può iscriversi, se proprio vuole…e poi, particolare banale, come ci si iscrive? Il PD aveva una sede in centro in via Guido da Castello, chiusa. Costava troppo. Ma una volta si usava fossero gli iscritti a pagarla, si faceva alla romana: tot euro x tot persone=affitto. Non è difficile. No. Impossibile. Taglio dei costi. E sede chiusa. Poi ci vengono a sassare le gonadi con la storia della Lega radicata nel territorio. Boh. Ti riaprono una sede, lo so perchè è sotto casa mia. Beh, una sede..Una mezza sede, una stanza 6×4 (ventiquattro), aperta solo tre giorni la settimana nei mesi dispari, in quelli pari si vedrà…Da qualche elezione si perde il centro storico e lo si lascia in mano a una folcloristica congrega di fascio-leghisti-forzaitalioti, prima con un presidente cotonato, ora con il benzinaio leghista. Un bel salto di qualità. Dai bassi alla..fossa. Bene, si perde il centro storico e con un distacco limitato. Qualcuno è mai venuto a chiedere voti, aiuti, idee a noi cittadini del centro che (ancora, pervicacemente) votiamo a sinistra? Nulla, a un certo punto spuntano le liste che qualcuno avrà fatto, uno se le legge, si chiede quali sostanze abbiano usato i sagaci compilatori e poi si vota. E, regolarmente, si perde. Bene, bravi. Bis? No, ormai ter! Mah. Ma io non capisco nulla di politica, si sa.

E per chiudere questa piovosa riflessione: come si sceglie il nuovo segretario del PD provinciale? Facile. Come riferiva ieri Reggio 24: “alcuni maggiorenti si sono trovati a discutere gli equilibri e i ticket..?”. Wonderful! Uno legge ed è contento di sapere di aver votato, simili “maggiorenti”. Poi, pare, che si siano messi d’accordo i “maggiorenti” (o gerarchi?) e così avremo il segretario, come recitava quella poesia del Giusti, ricordate?

Al Re Travicello piovuto ai ranocchi, mi levo il cappello e piego i ginocchi;
lo predico anch’io cascato da Dio:
oh comodo, oh bello un Re Travicello!

Perchè stupirsi se continua a ritmo vorticoso il gioco dei 4 cantoni? “Allora quello da lì lo mettiamo la, l’altro da là lo mettiamo lì…” I posti sono limitati e le natiche sono tante, bel problema! Vuoi che vada a cercare anche degli iscritti al club, che poi magari le natiche crescono e le sedie rimangono sempre quelle? Ma che? Son scemo? “Ma mi faccia il piacere”, diceva il buon Totò… A proposito Zanichelli dove lo mettiamo?


S’avanza uno strano partito…ultima modifica: 2010-05-05T08:10:00+02:00da pelikan-55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento